«

»

Mar 27

Stampa Articolo

Mamma mia Poesia

 coroncina-del-rosario.JPG

Mamma mia

Come vento gelido
la tristezza copre il corpo
in questo giorno di Pasqua;
lasciando ferite profonde.

Nella quiete della casa
mi estraneo dal mondo
che lentamente mi trasporta
a ricordare di te mamma.

Ti rivedo sai,
quando ancora bambino
bisognoso di quella carezza,
la tua mano mi donava,
sfioravi il mio viso
con la delicatezza del tuo amore;
sapessi mamma quante volte ho cercato
il tuo abbraccio,
quante volte i miei figli domandano di te.

I ricordi si susseguono,
non sento più nulla
il fato ti volle rubare la vita
lasciandomi senza occhi.

Tutto tace.
il giorno si spegne nel buio della notte
ed io rimango qui mamma!
Cerco nel silenzio la tua voce,
cantando all’anima mia
tormento e nostalgia.
(V. Grillo)

Orchidea     L’isola     Eluise

 Home 

 Poesie

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (4 votes cast)
Mamma mia Poesia, 10.0 out of 10 based on 4 ratings

Permalink link a questo articolo: http://vitavaricolori.altervista.org/2016/03/mamma-mia-poesia/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>