«

»

Nov 16

Stampa Articolo

Colori e funzione dei fili elettrici-Fai da te

Colori e funzione dei cavi elettrici

Colori e funzioni dei cavi elettrici

Prima di effettuare un qualsiasi lavoro fai-da-te leggete attentamente Riparare in sicurezza

I cablaggi, chiamati più comunemente cavi o fili elettrici conducono l’energia elettrica nei vari punti luce, nelle prese e in tutti gli elettrodomestici.

I cavi elettrici sono costituiti da una parte metallica (quasi sempre rame, un buon conduttore di elettricità) e da un rivestimento a guaina di materiale isolante.

La corrente che può passare in un cavo dipende dal diametro del conduttore di rame. Quindi i cavi di alimentazione di un apparecchio di 2000 W  avranno una sezione notevolmente maggiore di quelli necessari ad alimentare una lampadina da pochi  Watt.

Cercando di alimentare apparecchi ad alto assorbimento con cavi o prolunghe di piccola sezione, si va incontro al surriscaldamento dei conduttori che può portare alla fusione delle guaine isolate e quindi al cortocircuito, cioè al contatto tra due fili metallici paralleli.

Pertanto i cavi che portano l’energia elettrica ai vari punti di utilizzo non sono tutti uguali.

Possono avere una portata di diametro ø 1,5 mm²  per l’illuminazione; ø 2,5  mm²  nelle prese di corrente per aspirapolvere, ferri da stiro, ecc; e di ø  4 mm² per gli apparecchi più grossi come grandi forni.

 

Sezione (mm2) Corrente max (A)
1.5 10
2.5 16
4 26
6 32

 

Di norma, non collegate ad una stessa presa di corrente, due o tre elettrodomestici anche se di media potenza (come l’aspirapolvere, la lucidatrice, il ferro da stiro ecc.), in questo modo eviterete il pericolo di surriscaldamento.

I colori delle guaine che ricoprono e isolano il conduttore, cioè l’elemento metallico, agevolano i lavori di riparazione o di modifica e ampliamento dell’impianto, se questo è fatto a regola d’arte secondo la normativa CEI, permettono di capire immediatamente qual è il filo di fase attiva, quale il neutro e quale la terra.

Il colore della messa a terra è sempre giallo-verde (normativa CEI), ma in qualche vecchio impianto elettrico, non a norma, si può trovare solo giallo o verde.

La messa a terra ci protegge dai rischi di folgorazione, infatti scarica verso terra, invece di attraversare il nostro corpo, quando malauguratamente, si viene a contatto con un elemento elettrico non isolato.

Il colore del filo di fase, se l’impianto è a norma, deve essere nero o marrone.

Questo è il filo più pericoloso perché è da qui che passa l’elettricità a 50Hz a 220V.

Il colore del filo neutro deve essere blu ed è il ritorno a potenziale 0.

In conclusione, se l’impianto è  moderno ed è stato fatto secondo la normativa CEI non è difficile trovare la fase basta guardare i colori dei fili, se invece l’impianto è vecchio o non ne siete certi utilizzate il tester o il cercafase.

Il testertester

E’ uno strumento portatile che serve per misurare i diversi valori elettrici del

circuito.

Cercafase Cercafase

E’ un semplice cacciavite con un manico trasparente dove all’ interno c’è una resistenza con una lampadina che, accendendosi, permette di accertare se un conduttore è sotto tensione e inoltre di distinguere il filo di fase da quello neutro o dalla terra.

Fate attenzione e controllate tutti i fili, se ci sono problemi con l’impianto anche il neutro potrebbe condurre elettricità, e quindi va trattato come il filo di fase. Inoltre nell’ impianto potreste trovare dei fili di colori diversi da quelli descritti sopra, utilizzate sempre il cercafase per distinguerli.

corrente elettrica-fai-da-teelettricita-fai-da-te                                   homeHome

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 8.0/10 (2 votes cast)
Colori e funzione dei fili elettrici-Fai da te, 8.0 out of 10 based on 2 ratings

Permalink link a questo articolo: http://vitavaricolori.altervista.org/2012/11/colori-e-funzioni-dei-fili-elettrici-fai-da-te/

1 comment

  1. Arcangelo

    Mi piace questo post, è spiegato bene è molto utile.

    VA:F [1.9.22_1171]
    Rating: 3.3/5 (3 votes cast)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>