«

»

Mag 08

Stampa Articolo

STRAGE DI STATO-MONTI FA FINTA DI NON VEDERE-DISPERAZIONE DEGLI ITALIANI


Cinque i suicidi negli ultimi due giorni

Non cessano i suicidi causati dalla crisi economica dello stato, gli italiani sono ormai spaventati dalle tasse, oppressi dai debiti, esasperati, colpiti nella loro dignità.

strage-di-stato-monti-fa-finta-di-niente-suicidi-negli-ultimi-due-giorni

Ed è proprio così che un 72enne di Pozzuoli, prima di spararsi, ha scritto in un bigliettino “La dignità vale più della vita”.

L’uomo aveva ricevuto delle cartelle esattoriali e sopraffatto dalla disperazione si è puntato una pistola contro ed ha premuto il grilletto.

Gaetano Trovato Salinaro ha deciso di togliersi la vita perché gli era stato ridotto l’orario di lavoro. Da tempo cercava un posto di lavoro stabile, i soldi gli servivano per sopravvivere e mantenere le due figliolette di 4 e 9 anni. Lo stava già aiutando economicamente il suocero, ma la notizia della riduzione dell’orario di lavoro l’ha gettato nella totale disperazione.

A Veneziano un artigiano, Federico Pierobon, di 40 anni, già psicologicamente abbattuto, si è suicidato perché non riusciva più a pagare il muto e ad arrivare a fine mese.

In un parco di Vicenza è stato trovato impiccato il proprietario di un’agenzia immobiliare. L’uomo era esasperato da problemi economici.

Quasi contemporaneamente, in provincia di Lecco, un 44enne, ha tentato il suicidio. Anche lui ha ricevuto delle cartelle esattoriali e oppresso dai debiti ha tentato di impiccarsi, per fortuna, la figlia di 15 anni è arrivata in tempo per salvarlo.

Un commerciante di Bologna si è tolto la vita impiccandosi all’interno del suo negozio, aveva pendenze con Equitalia. Aveva parlato dei suoi problemi economici con alcuni amici prima di suicidarsi.

Quasi un bollettino di guerra se pensiamo a tutti gli altri suicidi per la crisi economica che ci sono stati dall’inizio dell’anno.

monti-strage-di-stato-governo-disperazione-degli-italiani

Questa è una guerra psicologica che Monti e il suo governo sta facendo contro il popolo italiano, ci sta annientando psicologicamente.

Infatti, il governo in tutto questo cosa fa ?

Fa finta di niente, fa finta di non capire i drammi della gente comune e continua imperterrito per la sua strada.

E perché se la pubblica amministrazione deve pagare o dare rimborsi ai cittadini impiega degli anni, quando invece deve riscuotere il pagamento di cartelle esattoriali e delle tasse (sempre maggiori) manda Equitalia con i suoi modi spicci a impaurire i cittadini ? c’è una grande differenza tra morosi e grandi evasori, questi ultimi non hanno certo paura di loro.

I cittadini italiani sono considerati ormai delle cartelle. Dietro queste cartelle ci sono degli esseri umani che hanno lavorato una vita, ci sono famiglie che ora non riescono più ad arrivare a fine mese, c’è la disperazione di chi non ha più neanche un lavoro e l’amara consapevolezza dei nostri figli di non potersi creare un futuro andando avanti cosi.

Siamo arrivati ad una dittatura finanziaria appoggiata dalla maggior parte dei partiti che ci sta portando alla fame e al suicidio.

Per non parlare delle continue prese in giro che questi << signori>> continua a farci: << Diteci via mail quali sono gli sprechi >>.

Quali sono gli sprechi? A parte il fatto che si pagano profumatamente per governare il paese e quindi per evitare che ci siano sprechi, perciò la domanda non dovrebbe esistere, ma pensate che una volta che noi esprimiamo il nostro parere loro effettueranno dei tagli? E come lo faranno? Cosi come hanno ridotto il loro stipendio? O come hanno ridotto i finanziamenti ai partiti?

E chi ha chiamato Monti per la riforma dei partiti? GIULIANO AMATO

Giuliano Amato è stato lo storico tesoriere del partito socialista dell’era di Craxi, due volte ministro del consiglio, ministro degli interni, del tesoro e anche delle riforme istituzionali, e allora ci dobbiamo chiedere che senso ha chiamarlo ora? E come mai non ha fatto qualcosa prima se è cosi capace ?

Come dice Grillo è l’unico tesoriere che ha fatto carriera mentre, il suo capo è finito sotto accusa latitante, al contrario dei tesorieri Belsito della lega e Lusi della margherita.

Quando è stato premier due volte, negli anni novanta, nella bufera di tangentopoli, e ad inizio degli anni duemila, ultima volta del quinquennio del centrosinistra, ha prelevato il 6 per mille dal conto correnti degli italiani, e in cambio allo stato ha lasciato 507 miliardi di debito pubblico. Ha collezionato stipendi e superpensione per un totale di 31mila euro e va in giro a chiedere sacrifici agli italiani. 

 GIULIANO-AMATO-MONTI-GOVERNO-pensione-D'oro 

Durante la trasmissione televisiva otto e mezzo la giornalista Lilly Gruber domanda a Giuliano Amato se è disposto a ridursi la pensione d’oro, e lui risponde “ Non capisco la domanda.”

politica

Suicidi, Monti si lava le mani e dà la colpa a Berlusconi        homeHome

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
STRAGE DI STATO-MONTI FA FINTA DI NON VEDERE-DISPERAZIONE DEGLI ITALIANI, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Permalink link a questo articolo: http://vitavaricolori.altervista.org/2012/05/strage-di-stato-monti-fa-finta-di-non-vedere-disperazione-degli-italiani/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>