«

»

Mag 05

Stampa Articolo

IMPRENDITORE SEMINA IL PANICO ALL’AGENZIA DELL’ENTRATE

IMPRENDITORE-SEMINA-IL-PANICO-ALL’AGENZIA-DELL’ENTRATE

 IL PANICO ALL’AGENZIA  DELL’ENTRATE

L’esasperazione, la disperazione però non porta solo al suicidio fa anche compiere gesti inconsulti, come quello di Luigi Martinelli, L’imprenditore che si è barricato nella sede dell’ Agenzia delle Entrate di Romano in provincia di Bergamo.

 

L’uomo, che adesso rischia dai sei mesi agli otto anni di carcere per sequestro di persona, ha fatto uscire i clienti, ed ha trattenuto i dipendenti per poi liberarli tutti tranne un impiegato, e solo parecchie ore dopo ha deciso di liberare Carmine Mormandi di 56 anni.

Gli inquirenti dicono che nonostante il Martinelli fosse armato, non è mai stato una vera minaccia per gli ostaggi e che si è trattato di un’ azione di protesta.
Ai carabinieri ha raccontato di essere stato trattato in malo modo dall’Agenzia dell’Entrate a cui si era rivolto due volte per spiegare i suoi problemi .
I debiti dell’imprenditore ammonterebbero a 44mila euro circa.


Il senatore della lega Roberto Calderoli, ha visitato l’imprenditore nel carcere di Bergamo e gli ha assicurato la possibilità di essere difeso da un avvocato di fiducia, perché lo stato sta portando al limite della sopportazione i cittadini come dimostrano i gesti estremi degli ultimi mesi.

                                                                                                      homeHome

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)

Permalink link a questo articolo: http://vitavaricolori.altervista.org/2012/05/imprenditore-semina-il-panico-allagenzia-dellentrate/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>