«

»

Mag 30

Stampa Articolo

DIVERTENTOSI INDOVINELLI-Claustrofobia

Claustrofobia

Irene era una ragazza fin troppo sensibile e non sempre aveva saputo
contenere le sue ansie, le sue paure e le sue debolezze nei giusti limiti.


Fra l’altro manifestava segni d’inquietudine se si trovava all’interno di stanze e luoghi chiusi; era, in poche parole claustrofoba.

In certe situazioni aveva l’impressione di essere presa e di non poter fuggire. Doveva spesso recarsi in treno, per lavoro, presso una ditta che svolgeva la sua attività in una città vicina.
Pochi giorni prima vi era stato un attentato a un treno mentre questi transitava
lungo la galleria una galleria. Subito dopo la stazione, da cui sarebbe partita Irene, vi era proprio una lunga galleria. E ancora prima di salire sul treno Irene sentiva già i sintomi della claustrofobia e temeva di non riuscire a sopportare la situazione una volta sul treno.
Che cosa poteva fare?

Avesse almeno potuto stare nel vagone più veloce, in modo di accorciare il più possibile il tempo di permanenza all’interno della galleria.
Chiese a un controllore se c’era un vagone più veloce degli altri e questi gliene indicò uno. Quale?

SoluzioneTasto Soluzione

 

Indovinelli Indovinelli Barzellette Barzellette   homeHome

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 7.0/10 (4 votes cast)
DIVERTENTOSI INDOVINELLI-Claustrofobia, 7.0 out of 10 based on 4 ratings

Permalink link a questo articolo: http://vitavaricolori.altervista.org/2012/05/divertentosi-indovinelli-claustrofobia/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>